informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Perché scegliere un master online a Genova

Perché scegliere un master online a Genova? Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano ha indagato le motivazioni che portano a questa decisione.

Perché scegliere un master online a Genova

Infatti, i dati parlano chiaro: il 33% dei laureati dopo la triennale sceglie di seguire un master di primo livello, percentuale che sale l 56% successivamente alla laurea specialistica.

Il motivo perché scegliere un master online a Genova, dunque, deve essere indagato tra i ragazzi che scelgono di continuare a studiare, ampliando la propria formazione, frequentando uno dei master online promossi dall’Università Niccolò Cusano.

Per capire le motivazioni reali di take decisione, lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha posto la domanda “perché scegliere un master online a Genova” ad un campione di 200 iscritti ai master online (metà di primo livello e metà di secondo).

Le risposte rispecchiano pienamente la realtà italiana nella quale, per imporsi nel sistema-lavoro, è necessaria un’ampia specializzazione.

Perché scegliere un master online a Genova?

Per aumentare la professionalizzazione

I master online promossi dall’università Niccolò Cusano consentono agli studenti di arrivare ad avere una formazione ampia e completa, in linea con gli ultimi aggiornamenti.

Inoltre, la possibilità di fruire delle lezioni online, collegandosi alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito dell’università, permette anche ai lavoratori di aumentare la propria professionalizzazione.

Infatti, si può scegliere quando seguire gli insegnamenti, senza vincoli di orario.

Per avere più chance di trovare un lavoro in linea con i propri interessi

Sempre più frequentemente si assiste ad un fenomeno classificabile come “reinvenzione professionale” in quanto, non trovando lavoro, i laureati si vedono costretti a modificare le proprie aspettative lavorative.

Dunque, i laureati si devono reinventare, arrivando a lavorare in settori diversi rispetto a quelli per cui si è studiato.

Pur essendo un modo per facilitare la ricerca del lavoro, causa molta frustrazione; al contrario, con la formazione offerta da un master, crescono le possibilità di trovare lavoro nel proprio ambito di studi.

Per frequentare un tirocinio specializzante

Molti master promossi dall’Università Niccolò Cusano di Genova mettono a disposizione dei corsisti la possibilità di svolgere workshop o tirocini.

In questo modo il curriculum “cresce”, facendo aumentare di conseguenza le possibilità occupazionali.

Sei interessato e vuoi saperne di più sul perché scegliere un master online a Genova? Visita il sito dell’università online Niccolò Cusano o chiama il numero verde 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Perché scegliere un master online a Genova Studiare a Genova

Leggi tutto

Diventare mediatore familiare a Genova, ecco come fare

Sono un numero sempre più crescente di laureati a voler studiare per diventare mediatore familiare a Genova. E proprio come diventare mediatore familiare sarà il focus di questo intervento dello staff dell’Università Niccolò Cusano.
Diventare mediatore familiare a Genova

Da un’indagine condotta dallo staff dell’Università online Niccolò Cusano, emerge che ad iscriversi al master dedicato in “Mediazione familiare” per l’anno accademico 2016-2017 sono stati +26% di laureati rispetto all’anno precedente.

La controprova emerge prepotente da un’indagine ISTAT che conferma l’aumento delle separazioni e dei divorzi all’interno delle famiglie italiane. Dato che, seppur stabilizzatosi negli ultimi anni, è comunque molto alto tanto che i divorzi nel 2015 ammontano a 82.469 (+57% sul 2014) e le separazioni a 91.706 (+2,7% rispetto al 2014).

Dunque si rende indispensabile la figura professionale del mediatore familiare che si occuperà di ripristinare il dialogo all’interno della coppia, così da aiutare non solo i due componenti a ristabilire la serenità perduta ma anche i loro figli a non subire ripercussioni dalla crisi che sta investendo i genitori.

L’importanza di diventare mediatore familiare a Genova con la missione di tutelare i figli in caso di separazione o divorzio si è riscontrata ampiamente nell’aumento di separazioni con figli in affido condiviso: circa l’89% di tutte le separazioni con affido.

La Mediazione Familiare se ha come scopo principale quello di accompagnare la coppia verso una separazione non distruttiva e attenta ai diritti dei minori, ha anche il compito di valutare l’effettiva “volontà” della coppia a giungere alla separazione. Ecco perché è importante capire effettivamente come diventare mediatore familiare, studiando e formandosi adeguatamente.

L’importanza della mediazione familiare

Nei casi in cui la coppia inizia un percorso di mediazione, aiutata e coadiuvata nella comunicazione da un esperto,  può scoprire anche potenzialità per raggiungere un nuovo orizzonte in comune, così da superare la crisi e ritrovare un nuovo equilibrio all’interno del legame coniugale.

Inoltre, in caso di coppie con figli, diventare mediatore familiare a Genova è un modo di dare strumenti ai genitori per impegnarsi a ricostruire una relazione che non è più centrata sulla coppia ma sulla genitorialità.

Come diventare mediatore familiare? Il Master promosso dall’Università Niccolò Cusano di Genova riserva, all’interno dell’apprendimento, un grande rispetto per l’interdisciplinarità dell’intervento del mediatore familiare, così che l’aspetto giuridico prevalga su quello psicologico, sociologico e pedagogico, senza per questo annullare l’intervento “umano”.

Diventare mediatore familiare a Genova con Unicusano

Il Master il “Mediazione familiare” promosso dall’Università Niccolò Cusano ha la durata di un anno per 60 crediti formativi ed è afferente alla facoltà di Scienze della Formazione.

La modalità di fruizione delle lezioni è prevista in e-learning, così da permettere sia ai neolaureati sia ai professionisti che lavorano ma hanno intenzione di ampliare le loro competenze di organizzare al meglio il proprio tempo riuscendo a collegarsi alla piattaforma telematica sul sito dell’università per frequentare le lezioni.

Vuoi avere altre informazioni su come diventare mediatore familiare a Genova?
Collegati al sito internet o chiama il numero 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Diventare mediatore familiare a Genova, ecco come fare Studiare a Genova

Leggi tutto

Le professioni in aumento per il 2017 a Genova, la classifica

Lo staff dell’università online Niccolò Cusano, con l’intento di aiutare gli universitari alla ricerca della propria strada all’interno del mercato del lavoro, ha deciso di focalizzare la sua attenzione in riferimento a le professioni in aumento per il 2017 a Genova.

professioni in aumento per il 2017 a genova

Tra le professioni in aumento per il 2017 a Genova ritroviamo, secondo la statistica emersa in seguito alle ricerche dello staff dell’Università online, una serie di occupazioni 2.0 ma anche altre legate allo sviluppo del territorio.

Ed è proprio questo il quadro che sta caratterizzando sempre più Genova, la Liguria ma anche l’Italia intera: la conoscenza e l’utilizzo dei new media da parte della generazione di neo-laureati ma anche la volontà, da parte degli stessi, di valorizzare il territorio puntando sul turismo e sulla conoscenza delle materie prime.

Top 5 de le professioni in aumento per il 2017 a Genova

Indagando sulla realtà occupazionale della città di Genova, lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Genova è riuscito a tracciare un quadro delle cinque professioni del futuro che stanno ricevendo un maggiore sviluppo.

L’auspicio è quello di favorire i giovani laureati in materie attinenti i quali si stanno affacciando ora al mercato del lavoro e che, magari, si trovano spaesati nel dover ricercare un’occupazione.

Sapere già quali sono le professioni in aumento per il 2017 a Genova è necessario per riuscire ad approcciarsi in maniera vincente nel corso dei colloqui di lavoro, puntando sulla novità e sullo sviluppo che una nuova risorsa fresca di studi può portare al settore di riferimento.

Ma vediamo nello specifico le professioni in aumento per il 2017 a Genova, secondo l’indagine dello staff dell’Università Niccolò Cusano.

Social Media Manager

Ecco un’altra tra le professioni del futuro che sta sempre più imponendosi: i social media sono al giorno d’oggi il veicolo maggiormente utilizzato dagli utenti che si interfacciano con le aziende; per questo è necessaria la mediazione di una figura altamente specializzata in grado di gestire la pubblicazione delle notizie e la relazione con i clienti.

Quindi il social media manager è un professionista che lavora con i social, gestisce una o più piattaforme in base alle necessità dell’azienda o del libero professionista di cui dovrà gestire la pagina Facebook, l’account Twitter, Instagram o altri.

Skills necessarie per imporsi come social media manager sono la visione d’insieme e la capacità di inserire le proprie azioni in una strategia senza dimenticare competenza, esperienza, propensione e conoscenza delle tecniche SEO oriented e di web designer.

Programmatore web

Il programmatore web è un professionista dell’informatica che ha il compito specifico di occuparsi del codice sorgente di un sito web o di applicazioni web utilizzando linguaggi PHP, ASP, JavaScript o HTML; in fase di progettazione e realizzazione di un sito internet, questa figura si trova spesso a collaborare con un web designer e un SEO specialist.

Tutte le aziende che hanno intenzione di lanciare i propri prodotti sul web, infatti, hanno bisogno di un sito web che sia strutturato in modo tale da risultare ai primi posti della SERD di Google o altri motori di ricerca.

Event Manager

La pianificazione di eventi unici e di alta qualità sta diventando un’occupazione molto richiesta tra le professioni in aumento per il 2017 a Genova.

Saper gestire le risorse economiche e proporre eventi mirati alla soddisfazione della clientela sono le skills  distintive che caratterizzano la figura dell’event manager.

Tra gli sbocchi lavorativi ci sono tutti quelli riferiti ad aziende che operano nel turismo o che hanno bisogno di una figura che gestisca le pubbliche relazioni, gli eventi e le fiere di settore; anche gli uffici stampa e le aziende di marketing e comunicazione, spesso, hanno bisogno di un professionista del settore.

Sono anche molti gli event planner che si stanno imponendo come liberi professionisti, con tutte le carte in regola per aprire una propria attività, organizzando così eventi privati o specializzandosi nel settore “wedding”.

Food & Beverage Manager

Il settore della ristorazione è in forte espansione in riferimento, in particolar modo, all’economia di filiera corta, anche della a kilometro zero.

Infatti, tutte le strutture alberghiere, i ristoranti o le catene legate al settore dell’alimentazione devono confrontarsi sempre più con una maggiore conoscenza dei fruitori in riferimento alle materie prime: l’italiano medio, oggi, sa cosa vuole mangiare e non ha intenzione di cedere di fronte alla qualità.

Dunque, il responsabile Food & Beverage dovrà gestire tutte le attività legate alla ristorazione considerando tutte le componenti che in esse si articolano: dalla gestione delle risorse economiche alla conduzione del personale, dall’approvvigionamento al controllo qualità della produzione e distribuzione di cibi e bevande.

Inoltre, il Food & Beverage manager ha il compito di garantire, per il settore di propria competenza, il rispetto dell’immagine della struttura ricettiva, dal punto di vista dell’efficienza e degli standard qualitativi.

Guida ambientale turistica

Secondo il sito di Informazione Formazione Orientamento Lavoro Ambientale, tra le professioni del futuro, quella di guida ambientale turistica è una tra le più richieste.

Infatti, il turismo (in special modo quello sostenibile) è già da alcuni anni uno dei settori maggiormente in espansione nel quale si registra un alto indice di “occupabilità”.

In questo senso è fondamentale che una guida ambientale turistica sia volta a favorire e tutelare il patrimonio sul quale fonda la sua attività, sviluppandosi coerentemente ai principi di “sostenibilità”.

Un professionista del settore, dunque, dovrà essere in grado di comprendere le opportunità offerte dal territorio in modo tale da integrare lo sviluppo delle economie locali con l’attività turistica.

Contribuire alla costruzione di un territorio valorizzato, tutelato ed attraente per i turisti è l’obbiettivo della guida ambientale turistica.

Inoltre questa figura professionale dovrà accompagna il turista nelle giornate di soggiorno, portandolo alla scoperta di monti, acque, monumenti storici, bellezze architettoniche e varie iniziative turistiche.

Sarà suo compito spiegare e raccontare la storia, i miti, la cultura, le bellezze artistiche e ambientali, naturali e umane e le tradizioni locali, mantenendo contatti con gli esperti incaricati alla gestione del turismo ambientale e con i diversi punti di informazione turistica.

Avete trovate quella maggiormente adatta a voi tra le professioni in aumento per il 2017 a Genova?

Commenti disabilitati su Le professioni in aumento per il 2017 a Genova, la classifica Studiare a Genova

Leggi tutto

Scegliere l’argomento della tesi di laurea a Genova, i consigli di Unicusano

Scegliere l’argomento della tesi di laurea a Genova è un impegno che coinvolge tutti gli iscritti ai corsi di laurea online dell’Università Niccolò Cusano.

Scegliere l'argomento della tesi di laurea a Genova

La tesi, infatti, è un momento impegnativo e di transizione per quanto riguarda la carriera universitaria degli studenti e può essere considerato il primo vero impegno di carattere lavorativo.

Inoltre, presentarsi ad un colloquio di lavoro senza esperienze lavorative pregresse ma con, nel curriculum, un egregio lavoro di tesi, può essere considerato come un punto a favore del candidato.

Gli esaminatori durante i colloqui tendono sempre più a soffermarsi sulla tesi svolta, indagando le motivazioni che hanno portato alla scelta dell’argomento.

Ma non solo: la modalità in cui è stato svolto lo studio e la redazione della tesi forniranno molti indizi sul carattere e le attitudini del candidato.

Nello specifico, una tesi compilativa con argomento scelto dal relatore, fornirà all’esaminatore un quadro del candidato come di una persona facilmente malleabile, magari adatta a ricoprire vari ruoli nell’ambito dell’azienda ma certo non propendente verso posizioni di responsabilità.

Al contrario, chi sceglie un lavoro di tesi sperimentale, convinto delle proprie speculazioni intellettuali e desideroso di dare a queste valenza scientifica attraverso dimostrazioni pratiche, presenterà un profilo maggiormente in linea con posizioni manageriali.

Certo non è soltanto questo a cui si deve pensare quando arriva il momento di scegliere l’argomento della tesi di laurea a Genova, ma è un punto sul quale si deve comunque riflettere in quanto la prospettiva di trovare un’occupazione non è poi così lontana, essendo arrivati al termine del percorso universitario.

Vediamo ora alcune linee guida fornite dallo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Genova per scegliere l’argomento della tesi di laurea a Genova in maniera ineccepibile.

Scegliere l’argomento della tesi di laurea a Genova, i consigli

Innanzitutto, prima di intraprendere il lavoro di ricerca materiale e di stesura, è importante capire se il lavoro di tesi che si vuole affrontare sia di carattere compilativo o sperimentale.

La tesi compilativa parte da una bibliografia di base che va poi ampliata con ricerche personali dello studente.

Il lavoro consisterà nel fornire un’analisi critica delle teorie sull’argomento, riassumendo il contenuto dei testi e creando una sintesi chiara e ordinata delle letture da presentare alla commissione di laurea.

La tesi sperimentale, spesso considerata più complessa, è un importante lavoro di studio e ricerca sull’argomento prescelto, in maniera da fornire un nuovo punto di vista o far emergere degli aspetti originali e innovativi.

Spesso questo lavoro di tesi viene scelto se si vuole indagare su argomenti ancora poco trattati dalla critica a proposito dei quali il laureando dimostra interesse e competenza.

Una volta compreso il tipo di lavoro che si vuole andare a iniziare, è d’obbligo scegliere un professore che svolga la funzione di relatore nel corso della discussione di laurea.

La scelta del professore deve ricadere su vari fattori: in genere è importante optare per un docente con il quale si è instaurata nel corso del percorso universitario una sorta di complicità o sinergia.

Questa relazione è favorita, generalmente, da un buon voto conseguito all’esame
.

Anche la presenza e l’interesse dimostrato nel corso delle lezioni consolidano il rapporto instaurato con il docente e la reputazione che questo avrà del tesista che si presenta al ricevimento per “chiedere la tesi”.

È opportuno ricordare che ci sono dei professori che accolgono con interesse un argomento ben presentato dal laureando, dimostrandosi coinvolti, incuriositi e interessati a fornire consigli riguardo eventuali specifiche o ampliamenti dell’argomento.

Al contrario, altri professori tendono a voler assegnare al tesista un argomento maggiormente in linea con i loro interessi che miri, magari, a continuare un lavoro precedentemente iniziato già dal docente stesso.

Anche questa predisposizione da parte dei docenti deve essere ben chiara prima di iniziare a lavorare concretamente sulla scrittura della tesi.

Il laureando che sceglie di affidarsi ad un preciso relatore, infatti, deve avere assoluta fiducia in lui e nelle aspettative che lo riguardano.

Quando ci si presenta a ricevimento da un professore, inoltre, è bene farlo con le idee chiare presentando un primo abbozzo di scaletta.

Generalmente la scaletta di una tesi deve essere impostata in questo modo:

  • Introduzione
  • Esemplificazione dell’argomento
  • Analisi della bibliografia esistente
  • Critica della bibliografia ed eventuale proposta di nuove ipotesi da validare scientificamente
  • Conclusione
  • Eventuale appendice
  • bibliografia

Infine, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Genova vuole ricordare che la tempistica per svolgere il lavoro di tesi dev’essere ben studiata: in genere servono circa cinque o sei mesi per svolgere un lavoro compilativo, mentre circa un anno per una tesi sperimentale.

I professori, inoltre, sono spesso oberati di lavoro in quanto devono seguire il percorso di laurea di molti studenti. Per questo è necessario chiedere con preavviso di essere seguiti, magari usufruendo della consulenza di un assistente.

Commenti disabilitati su Scegliere l’argomento della tesi di laurea a Genova, i consigli di Unicusano Studiare a Genova

Leggi tutto

Tesi di laurea a Genova, gli argomenti scelti sono a km zero

Si avvicina il momento della discussione delle tesi di laurea a Genova e, per l’occasione, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano ha voluto indagare sulle tematiche più scelte dai ragazzi liguri.

Tesi di laurea a Genova

Dal sondaggio condotto è emerso che molti degli argomenti trattati hanno come focus proprio la città di Genova e la sua economia.

Nello specifico, le tesi indagate sono afferenti alle facoltà di Economia, di Ingegneria e di Scienze Politiche.

È una percentuale di ragazzi iscritti a queste facoltà pari al 53%, infatti, ad aver scelto una tesi di laurea incentrata su un argomento relativo alla città di Genova.

I professori coinvolti in questi lavori di ricerca si sono dimostrati – secondo lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Genova – estremamente orgogliosi della scelta dei propri studenti.

“Scegliere una tesi che abbia come focus la propria città – conferma un docente – è un’esemplificazione della volontà che muove tutti gli studenti iscritti ai corsi di laurea online presso l’Università Niccolò Cusano: sono ragazzi legati al proprio territorio, intenzionati a portare innovazione e sviluppo senza dover essere costretti a emigrare in una nuova città”.

Tesi di laurea a Genova, gli argomenti preferiti

Vediamo nello specifico alcuni titoli ed argomenti legati alla città scelti dagli studenti di Genova.

Gli iscritti alla facoltà online di Economia dell’Università Niccolò Cusano hanno deciso di improntare le loro tesi di laurea su argomenti inerenti all’economia del porto di Genova.

Ad esempio, tra i titoli troviamo: “Procedure di valutazione nel nuovo modello gestionale del porto di Genova”, “L’organizzazione del lavoro portuale: focus sul Porto di Genova”, “Le principali innovazioni nel trasporto marittimo delle merci generali da e per il porto di Genova”, “Il traffico delle merci nei porti italiani con particolare riguardo a quello di Genova” e “La modernizzazione del sistema portuale italiano. L’esperienza del porto di Genova”.

L’economia portuale si riferisce anche ad un settore chiave per l’economia di Genova, esemplificato nella tesi dal titolo “Principali aspetti dell’economia e del mercato crocieristico negli anni Novanta

Per quanto riguarda le tesi di laurea a Genova dell’area ingegneristica troviamo: “Il Ponte Spinola: recupero e progetto nella metamorfosi del porto storico” e  “Preesistenze medioevali e progetto contemporaneo, il porto antico di Genova”.

Infine, per le tematiche legate alle scienze politiche, sono stati toccati dagli studenti argomenti come: “L’economia del porto di Genova nell’evoluzione della funzione e del sistema portuale” e “Il porto in formato notizia. I commenti della stampa locale dal CAP all’Autorità Portuale 1994-2004”.

Commenti disabilitati su Tesi di laurea a Genova, gli argomenti scelti sono a km zero Studiare a Genova

Leggi tutto

Natale a Genova: le tradizioni che gli universitari amano rispettare

Si avvicina il Natale a Genova, ma quali sono le tradizioni strettamente legate a questo periodo? Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano a Genova ha deciso di svelare leggende storie e folclori natalizi legati a filo doppio con la città.
Natale a Genova

La tradizione natalizia è fortemente legata alla cultura della città di Genova; le cronache raccontano già l’usanza degli auguri del Doge ai cittadini in quale faceva abbellire un carretto trainato da buoi con nastri, campanelli e un tronco di alloro; il carro veniva mandato in giro per la città come augurio per un anno ricco e prospero.

La tradizione viene ancora rispettata tanto che ogni anno il sindaco di Genova presiede la cerimonia benaugurale durante la quale viene bruciato un tronco di alloro, simbolo di pace e prosperità per il Natale e l’anno nuovo.

Tradizioni gastronomiche del Natale a Genova

Il pranzo del “Denâ a Zena” (Natale a Genova) è caratterizzato dalla ricchezza e dall’abbondanza e da alcuni piatti tipici che si cucinano principalmente in occasione di queste festività.

Tra i primi piatti sono rinomati i maccheroni in brodo (un tipo di pasta tirata a mano simile alle penne lisce ma con una forma più ovale cotti in brodo di cappone) e i ravioli alla genovese farciti con ripieno di vitello, animelle, uova e parmigiano.

Tra i secondi è obbligo ricordare il tacchino arrosto (“bibbin a rňsto”) con patate e i “berodi”, cioè i sanguinacci con contorno di radici.

I dolci natalizi, infine, sono un ottimo modo per dar lustro alle antiche tradizioni, facendo mantenere al Natale quel caratteristico spirito familiare e domestico.

Il Pandolce è il simbolo per eccellenza del Natale a Genova: veniva preparato anticamente il giorno dell’antivigilia di Natale per poi farlo lievitare una notte intera sotto le lenzuola. Il pancotto veniva poi cotto nel ronfò e presentato a tavola con gli immancabili tre taglietti a triangolo e con piantato un ramoscello d’alloro.

Il Natale a Genova è l’occasione per gli studenti iscritti ai corsi online di recuperare contatto con le tradizioni del passato, così da far rivivere gli antichi fasti e valorizzare il territorio.

Da un sondaggio condotto dallo staff dell’Università online Niccolò Cusano a Genova, ad esempio, è emerso che molti ragazzi amano imparare a memoria lunghe filastrocche natalizie in dialetto, da declamare poi in famiglia durante il pranzo del 25 dicembre.

Commenti disabilitati su Natale a Genova: le tradizioni che gli universitari amano rispettare Studiare a Genova

Leggi tutto

Scegliere un master online a Genova: tre buone ragioni

Sono sempre più i ragazzi intenzionati a procedere con la formazione anche dopo la laurea. Scegliere un Master online a Genova è la decisione migliore se si vuole investire sulla propria specializzazione.
scegliere un master online a Genova

Per far fronte a questa crescente richiesta di professionalizzazione post-laurea, l’Università Online Niccolò Cusano di Genova presenta numerosi master online tra i quali scegliere.

Si spazia dall’area umanistica a quella professionalizzante per quanto riguarda lo sport, con un occhio sempre attento alle nuove tecnologie e all’aggiornamento di programmi e docenti.

Ma quali sono le motivazioni che spingono sempre più ragazzi a scegliere un master online a Genova?

Molti, intervistati dallo staff dell’Università Niccolò Cusano, hanno ammesso di aver provato ad approcciarsi al mondo del lavoro già dopo aver conseguito la laurea ma senza risultati.

Ai colloqui di lavoro – specialmente per quanto riguarda posizioni manageriali – è richiesta una specializzazione pratica oltre che teorica che la sola laurea non può fornire.

Un Master, al quale è affiancato un tirocinio, invece, saprà colmare tutte le lacune lasciate dalla formazione universitaria.

Scegliere un master online a Genova: tre motivi per farlo

Approcciarsi al lavoro dopo uno o più stage formativi

Come già accennato, in fase di recruitment viene considerata positivamente l’esperienza pregressa non solo teorica ma anche pratica.

Scegliere un master online a Genova significa anche avere la certezza di svolgere un tirocinio altamente professionalizzante.

Inoltre, sono molti i ragazzi che – in seguito al master – riescono a entrare stabilmente nell’azienda dove hanno effettuato il tirocinio.

Studiare riuscendo ad organizzare il proprio tempo

Mentre si consegue un Master online è possibile continuare a praticare altre attività (che siano lavorative o legate a passioni).

Infatti, scegliere un master online a Genova, significa essere in grado di gestire la fruizione delle lezioni grazie all’utilizzo di una piattaforma telematica sul sito dell’Università Niccolò Cusano.

Le lezioni del Master, dunque, possono essere ascoltate e seguite in ogni momento con l’unica garanzia di “frequentare” per un totale di ore pari ai crediti formativi corrispondenti.

Affermarsi come professionisti interessati alla materia di riferimento

Quando ad un colloquio di lavoro ci si presenta con un master nel curriculum, si farà certamente un effetto positivo.

L’esaminatore, infatti, loderà la perseveranza dimostrata dal ragazzo negli studi, con l’intento di raggiungere gli obbiettivi prefissati.

La specializzazione viene vista, dunque, come ferma volontà di imporsi.

Per avere maggiori informazioni su come fare per scegliere un master online a Genova, è possibile contattare il numero verde 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Scegliere un master online a Genova: tre buone ragioni Studiare a Genova

Leggi tutto

Prendere appunti durante le lezioni online, come riuscirsi al meglio

Gli studenti che hanno deciso di frequentare l’università telematica Niccolò Cusano a Genova, si trovano di fronte ad una nuova tipologia di fruizione la quale, però, mette gli studenti di fronte ad impegni precisi, come prendere appunti. Prendere appunti durante le lezioni online, infatti, può essere difficile.

prendere appunti durante le lezioni online

Per ovviare a questo scoglio, lo staff dell’Università Online Niccolò Cusano ha voluto redigere una mini-guida per aiutare gli studenti a prendere appunti durante le lezioni online nel migliore dei modi.

I consigli sono generici, ovviamente, poi sta ad ognuno trovare il giusto equilibrio tra fruizione e appunti, in base anche a come si trova meglio a studiare.

L’importanza di prendere appunti durante le lezioni online

Iniziamo con l’affermare che prendere appunti è molto importante in quanto, scrivendo, i contenuti si fissano meglio nel cervello.

Oltre alla semplice memoria, entra in gioco grazie agli appunti e agli schemi anche la memoria visiva la quale aiuta lo studente in sede di esame a seguire un preciso percorso mentale, senza perdersi in ragionamenti confusi.

Uno degli errori più comuni, infatti, è quello di imparare tutto a memoria.

Il cervello non funziona così, ma si attiva grazie ad i collegamenti tra le idee.

Prendere gli appunti in maniera giusta permette alla mente di focalizzarsi a sufficienza su ciascun elemento, per creare dei collegamenti anche inconsci.

Come prendere appunti durante le lezioni online

Quando si prende appunti nel corso di una determinata lezione è importante capire prima di tutto come tende ad esprimersi il professore: se ragiona per punti, se spazia tra vari argomenti, se segue delle slide…

In ciascuno di questi casi è opportuno prendere appunti in maniera precisa, se necessario segnando a margine eventuali domande da porre al professore.

Inoltre, c’è chi preferisce scrivere a mano (attenti alla confusione che si può creare in seguito ad eccessive cancellazioni e con l’uso di troppi asterischi) mentre altri sono più veloci ed organizzati utilizzando una tastiera.

In ogni modo è opportuno rileggere gli appunti a fine lezione, quando i concetti sono ancora freschi, per sistemarli in caso di bisogno o per integrare concetti che, per la velocità di esposizione, sono andati persi.

Lo studio sugli appunti, poi, va associato alla lettura del manuale di riferimento; qui si potranno trovare ulteriori specifiche riguardo agli argomenti trattati e scritti velocemente negli appunti.

A questo punto è importante creare uno schema che coinvolga sia gli appunti sia il testo scritto.

Commenti disabilitati su Prendere appunti durante le lezioni online, come riuscirsi al meglio Studiare a Genova

Leggi tutto

Diventare manager sportivo a Genova: i consigli di Unicusano

Genova è la città dello sport, vanta infatti due delle più antiche società di calcio italiane: Sampdoria e Genoa. E, complice il clima sportivo, è emerso da un sondaggio condotto dall’Università Niccolò Cusano che molti ragazzi sono interessati ad intraprendere la carriera per diventare manager sportivo a Genova.

diventare manager sportivo a Genova

Diventare manager sportivo a Genova: ecco cosa studiare

Diventare manager sportivo a Genova, dunque, è l’occupazione del futuro per gli universitari che scelgono di proseguire la propria formazione con dei master dedicati.

Nello specifico, l’Università Online Niccolò Cusano propone un master in “Management sportivo” e uno in “Procuratore sportivo”: entrambi i corsi sono annuali e corrispondono 16 crediti formativi.

Il master in “Management Sportivo” è rivolto a laureati in discipline socio-economiche, giuridiche, umanistiche o delle scienze motorie; inoltre l’accesso è aperto anche a giovani professionisti operanti nell’ambito di istituzioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche, atleti ed ex atleti che vogliono formarsi per affrontare una carriera manageriale e appassionati ed esperti di sport.

A conclusione del master, i corsisti acquisiranno una padronanza degli strumenti necessari per coordinare attività complesse all’interno di ogni tipo di organizzazione sportiva e saranno in grado di gestire efficacemente le organizzazioni sportive e di pianificare eventi.

Invece, l’obiettivo del Master per “procuratore sportivo – agente dei calciatori” è formare figure professionali con un’ampia conoscenza della normativa civilistica e sportiva, nonché delle diffuse prassi nazionali ed internazionali legate al mondo dello sport.

I consigli di Unicusano per diventare manager sportivo a Genova

L’Università Niccolò Cusano è da sempre a fianco dello sport e degli sportivi e tutto lo staff è in grado di fornire consigli interessanti su come diventare manager sportivo a Genova:

– Completare la propria formazione nell’ambito del marketing

Un professionista dello sport deve avere una formazione ampia e variegata che spazi dalle normative giuridiche al marketing e alla comunicazione.

Infatti, per diventare manager sportivo a Genova è importante anche imparare a delineare l’immagine che uno sportivo deve avere, indirizzandolo al meglio verso proposte di lavori o di sponsorizzazioni e guidandolo verso gli eventi più adatti ai quali partecipare.

Una conoscenza di marketing sarà utile anche per valutare le proposte economiche, rilanciando quando necessario e valutandone le offerte in termini di benefici economici e di visibilità.

– Formarsi con tirocini professionalizzanti

Il manager sportivo, come la maggior parte delle professioni, ha bisogno di “gavetta”; e non solo per imparare il mestiere, ma anche per tessere una rete di contatti e conoscenze che torneranno utili nel futuro.

Vuoi diventare manager sportivo a Genova? Iscriviti ai master proposti dall’Università Online Niccolò Cusano.

Commenti disabilitati su Diventare manager sportivo a Genova: i consigli di Unicusano Studiare a Genova

Leggi tutto

Festa di laurea a Genova: i tre luoghi top dove festeggiare

Finalmente si è arrivati alla fine del percorso universitario, la tesi è stata discussa e la votazione ricevuta, ora tutti i pensieri vanno all’organizzazione della festa di laurea a Genova, dove esistono tantissime location da scegliere per una festa riuscita e indimenticabile.

festa di laurea a Genova

Dove organizzare una festa di laurea a Genova?

Come tutte le grandi città, Genova ha tantissimi locali adatti ad una festa di laurea, per tutti i gusti e tutte le tasche.

Quello che conta è trovare una location adatta alle proprie esigenze e a quelle dei propri invitati. È necessario capire bene il numero degli invitati e decidere cosa offrire loro, se una cena o solo un cocktail.

Inoltre, è opportuno cercare di accontentare non solo gli amici ma anche i parenti e le persone adulte che saranno presenti.

Scopriamo insieme quali sono le proposte dallo staff dell’Università telematica Niccolò Cusano.

Le tre location top per una festa di laurea a Genova

– Dopo cena al Grand Hotel per una festa di classe

Se non volete rinunciare all’eleganza, per la vostra festa di laurea a Genova, puntate al top scegliendo una location di classe come un hotel prestigioso. Oltre ad offrire sale dedicate e (se possibile) terrazze panoramiche sul mare, gli hotel sono una buona soluzione anche per chi ospita parenti o amici che vengono da fuori città. Anche se la tariffa d’affitto non è proprio economica, l’hotel potrà farvi un prezzo vantaggioso se sceglierete di prenotare anche alcune camere. Per una festa di laurea a Genova in hotel, lo staff dell’Università Niccolò Cusano consiglia un cocktail serale, magari in abiti eleganti. Dopotutto, si è appena diventati dottori!

– Aperitivo vista mare per una festa glamour

Chi non può rinunciare ad essere chic anche in occasione della propria festa di laurea a Genova può scegliere un locale vista mare, offrendo agli ospiti un gustoso aperitivo. Il consiglio dello staff dell’Università online è quello di puntare sulla qualità scegliendo, se possibile, un menù di pesce locale abbinandolo a del buon vino bianco ligure.

– Pranzo in un’azienda biologica per una festa hippie

Per tutti i laureati che non sanno rinunciare alla gastronomia locale (magari facendola assaporare anche a parenti e amici), è possibile scegliere di celebrare la laurea con un pranzo in un agriturismo della zona. In questo caso, via libera a pietanze locali: olive taggiasche, linguine al pesto e coniglio alla genovese con pinoli e olive.

Commenti disabilitati su Festa di laurea a Genova: i tre luoghi top dove festeggiare Studiare a Genova

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali