informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa fare a Genova e dintorni: idee e spunti utili

Commenti disabilitati su Cosa fare a Genova e dintorni: idee e spunti utili Studiare a Genova

Non chiederti cosa fare a Genova. Vivila, esplorala e amala. La città ligure offre una bellezza misteriosa al visitatore, ma anche a coloro che da sempre la abitano. Difficilmente ci si abitua ai tramonti sul mare, all’odore della cucina tipica, e alla vivacità di un luogo storicamente legato a naviganti, commerci e scambi.

Visitare Genova e conoscerne la storia

acquario di genovaSono moltissime le cose da vedere a Genova. Apri gli occhi alla storia, all’architettura e a tutto quello che riserva la maggiore città della Liguria. Genova è da sempre stata una località storicamente importante e la sua storia continua ad animare le sue strade e i palazzi. Personaggi importanti le hanno dato lustro, dal punto di vista storico e artistico. Solo per citarne alcuni: Colombo, Mameli e Mazzini. Ma se ami anche la musica non puoi dimenticare il più grande cantautore in assoluto: De Andrè.

Anche dal punto di vista internazionale le attrazioni di Genova hanno ricevuto riconoscimenti e apprezzamenti. Nel 2004 è stata scelta come Capitale della cultura europea e nel 2006 i palazzi che un tempo erano la dimora dei nobili della Repubblica Marinara sono entrati a far parte del Patrimonio dell’Unesco. Già questo ci consente di dire senza ombra di dubbio che visitare Genova è davvero un’esperienza unica. In questo articolo vogliamo segnalarti le location più belle per non perdere neanche una sfumatura di questa magica destinazione. Abbiamo stilato una lista:

  • Carrugi
  • Rolli
  • Corso Italia e Boccadasse
  • Lanterna
  • Ascensore del Castelletto
  • Acquario di Genova

Adesso ci addentriamo nei particolari, ogni dettaglio di questi luoghi ha un pezzo di storia e di meraviglia da raccontare. Le tue passeggiate a Genova saranno un’occasione di stupore. Vieni con noi.

I carrugi di Genova: storia e cultura

Conoscere Genova significa camminare. Dare energia alle gambe e aprire la mente al fermento che pullula per le sue stradine storiche. La città vecchia, che rappresenta il centro storico di Genova, è caratterizzata dai “carrugi”, come si chiamano in dialetto. Chi non conosce la città potrebbe confonderli con le “creuze” (ti ricordi “Creuza de ma” di De Andrè?), che invece sono le discese lastricate che accompagnano verso il mare. Da dove nasce questa particolarità di Genova, questo intrico di viuzze? Dalla necessità di difendersi dalle incursioni dei pirati che venivano dal mare. Successivamente divennero il centro pulsante del commercio e dell’economia. Le botteghe che si trovavano su queste strade erano così importanti che diedero il nome a molte di queste vie.

Forse è uno dei posti più turistici di Genova, ma ciò non significa che ha perso il fascino di un tempo, anzi, ci sono bar storici, negozi di prodotti tipici genovesi e locali importanti per i genovesi e i visitatori

I Rolli: il centro storico di Genova

Visitare Genova vuol dire conoscere i suoi palazzi storici. Il centro storico della più frequentata località ligure non teme confronti. Le sue dimensioni sono di poco inferiori a quelle del centro storico di Venezia, con la quale condivide l’animo marittimo. Erano ugualmente importanti, come crocevia di scambi e luoghi storici di rilevanza per l’evoluzione del Paese.

Cosa sono i rolli? I palazzi dei nobili, in cui risiedevano un tempo le autorità che venivano a fare visita in città dai paesi stranieri. Dove si trovano:

  • Via Garibaldi
  • Via Balbi
  • Via Cairoli

Lungo queste direttrici si possono ammirare queste residenze, che subito catturano lo sguardo. Anche l’Unesco non ha potuto resistere al loro fascino e nel 2006 ha scelto di inserire le “Strade Nuove” nel Patrimonio tutelato. Perché? Grazie alle peculiarità architettoniche e alla densità di storia che veicolano, quella della Repubblica marinara tra Cinquecento e Seicento. Cosa sono diventati adesso questi palazzi storici genovesi? Sedi di banche, del municipio e di altri enti e istituzioni. Sono visitabili grazie a delle visite guidate organizzate dal Comune di Genova.

Borgo di Boccadasse e Corso Italia

Cosa si può fare su Corso Italia? La passeggiata di Genova offre proprio tutto:

  • Bar
  • Ristoranti
  • Stabilimenti balneari
  • Palazzi signorili

Qui si respira molta aria di mare, grazie a due chilometri lungo costa che fanno da ponte tra la città e precisamente il quartiere della Foce e Boccadasse. Anche di quest’ultimo ti dobbiamo parlare se hai intenzione di trascorrere due giorni a Genova. Uno dei due dedicati a questa località, caratterizzata da un’architettura mediterranea e una struttura urbanistica ancora autentica e pittoresca. Si sente l’atmosfera di un luogo di mare e di pesca, e i profumi della cucina tipica genovese.

La Lanterna: il faro di Genova

attrazioni di genovaLa storia della città ligure passa anche per i simboli che la connotano, uno di questi è indubbiamente La Lanterna, un vero e proprio monumento alle millenarie vicissitudini di questa città di mare. La data ufficiale non è accertata, ma si ritiene che sia originaria del 1128, anticamente veniva utilizzata per ardere erbe della macchia mediterranea, come ginestra ed erica, segnalando la presenza del porto alle navi che venivano verso la città.

Ovviamente la posizione e la sua conformazione consentivano anche di utilizzarla per gli avvistamenti, prevedendo per tempo gli eventuali attacchi dei pirati. La Lanterna che vediamo ora risale circa al 1543 e da allora sopravvive intatta a tutte le intemperie e le scorrerie, mantenendo alta la bandiera del più alto faro del mediterraneo ancora in attività.

Gli ascensori pubblici di Genova: Castelletto

Genova è fatta di salite, la città sembra salire e scendere continuamente, arrampicandosi sulle colline. Nei primi del Novecento questa fu la ragione che spinse le istituzioni a dotare alcuni quartieri di ascensori pubblici, aggiungendo un ulteriore servizio alla storica funicolare Zecca-Righi.

Il più famoso di tutti è quello di cui ti stiamo parlando: l’ascensore Castelletto-Levante. Funge da collegamento tra Piazza Portello e Belvedere Montaldo, da cui si gode di una vista panoramica sulla città, una vista che fa girare la testa e che domina anche l’intero centro storico.

Il Belvedere è quello che resta di una fortezza che esisteva fino al 1910, il motivo della sua eliminazione su strategico: fare in modo che in caso di occupazione straniera il nemico non avesse vantaggi. L’ascensore di Castelletto è sicuramente una delle attrazioni di Genova più visitate.

L’acquario di Genova

I bambini impazziscono, i genitori si meravigliano, l’acquario di Genova è la location perfetta per tutta la famiglia, per gli amanti del mare, ma anche per chi ci capita per caso. Difficile rimanere immuni alla bellezza di questo luogo che da vent’anni è nella lista delle cose da vedere a Genova e dintorni. Delle cose da vedere in Italia, lasciaci aggiungere. La struttura ha grande rilevanza per il turismo ligure e ogni anno attira un numero esorbitante di visitatori.

Negli ultimi anni sono stati apportati diversi cambiamenti, che hanno aggiunto servizi e fascino alla già brillante proposta. L’acquario diventa ogni anno più smart, più virtuale, attento all’interattività e alle nuove tecnologie e alla nuova ingegneria, per fornire un’esperienza sempre più immersiva ed indimenticabile.

Ovviamente non abbiamo potuto dire tutto quanto. Di cose per cui Genova può diventare la tua città del cuore ce ne sono tantissime. Se ci vivi lo sai, se non ci vivi puoi scoprirlo. E allora cosa aspetti? Oltre alle destinazioni a Genova e dintorni, per ammirare tanta bellezza che ti abbiamo descritto, ti aspetta il sapore inconfondibile della cucina ligure, un connubio di mare e terra che delizia chiunque e rende fieri i genovesi.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali