informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Commento di un testo letterario: schema e passaggi

Commenti disabilitati su Commento di un testo letterario: schema e passaggi Studiare a Genova

Apprendere la giusta struttura del commento di un testo letterario è utile per analizzare nel dettaglio tutti gli aspetti di un romanzo o di un libro che stai leggendo. Lo studio della letteratura è materia di studio in molti corsi di laurea, ma è anche una passione che molte persone coltivano autonomamente. Leggere è un esercizio che apporta enormi benefici alla salute intellettuale e alla creatività, ti invitiamo a non rinunciare al piacere di immergerti nelle storie e nella narrativa. Ecco un articolo che ti aiuterà a schematizzare al meglio un testo.

Analisi del testo letterario

schema commento di un testoCome prima cosa dovrai leggere. Sembra banale dirlo, ma ci è capitato di ricevere richieste di consigli su come analizzare un brano letterario senza averlo letto. Internet può venire in tuo aiuto, ma per quanto sia facile reperire le informazioni on line saranno sempre parziali e poco personalizzate. Partiamo dal presupposto che l’analisi letteraria dev’essere individuale. Solo tu puoi esprimere un’opinione nuove e un giudizio critico originale.

Dopo aver preso confidenza con il testo, potrai procedere nel modo seguente:

  • Dividere il testo in parti
  • Fare una sintesi delle varie parti
  • Definire la funzione dei brani

L’ultimo punto è molto importante. La divisione può rivelarsi abbastanza semplice, soprattutto se il testo è già diviso in capitoli e paragrafi. Mentre per quanto riguarda la funzione del brano dovrai essere tu ad approfondire l’intento dell’autore. Le funzioni di un testo possono essere:

  • Narrative
  • Riflessive
  • Liriche
  • Espositive

Un libro può essere fatto di tutte queste funzioni insieme. L’autore può scegliere di affidare a parti di testo la funzione narrative, costruendo la storia e portando avanti l’intreccio tra i personaggi e le vicende. Ciò non toglie che nel capitolo successivo può scegliere di esprimere una riflessione sugli argomenti principali che emergono dalla storia. Se il suo stile è capace di variare registro con fluidità il risultato è un testo scorrevole e completo. Se invece il cambiamento sarà troppo repentino e poco equilibrato ne risulterà un testo troppo dispersivo. A te la valutazione finale, in base alla tua esperienza.

Lo schema di un commento al testo

Per lavorare sugli aspetti specifici di un romanzo o di un testo letterario in generale è bene avere uno schema preciso. Le schede di lettura sono un buon punto di partenza, ma spesso non coincidono con quello che ci si aspetta da un commento ad un testo letterario.
La differenza è nella finalità. La scheda di lettura è pensata per il lettore. Compilando i vari campi è possibile tenere conto di alcuni elementi del libro che è utile ricordare:

  • Titolo
  • Autore
  • Anno di pubblicazione
  • Citazione principale
  • Trama
  • Note

Ha una funzione di catalogazione, che può essere personale o di gruppo (ad esempio una classe o un circolo di lettori). Il commento al testo letterario comprende questi dettagli “anagrafici” del libro ma va più in profondità. Soprattutto se richiesta in contesti accademici o scolastici ci si aspetta che prenda in considerazione almeno questi tre aspetti

  • Analisi dei personaggi e degli eventi principali
  • Il tempo nella narrazione
  • I temi centrali del testo

I passaggi di un’analisi del testo

Questi aspetti che abbiamo elencato devono essere opportunamente approfonditi. In questo paragrafo ti forniamo indicazioni più dettagliate per sviluppare meglio ogni elemento.

Analisi dei personaggi

Sono una parte importantissima di ogni racconto. Di solito la figura centrale è quella del protagonista, a cui si oppone un antagonista. Un personaggio “nascosto”, che spesso si fa fatica ad individuare ma che rappresenta un punto di vista essenziale per l’analisi del testo è il narratore.

Nella scheda andranno segnalati gli aspetti:

  • Fisici
  • Psicologici
  • Comportamentali
  • Sociali

I particolari fisici non sono così importanti, lo sono di più quelli psicologici e sociali, questi ultimi ancor di più per romanzi o racconti storici in cui le vicende sono spunto per esprimere opinioni e lanciare messaggi su determinati aspetti politici e sociologici.

Tempo della narrazione

Il concetto del tempo nello studio della letteratura ha dato vita a dibattiti infiniti. Il tempo ha molteplici aspetti. Da una parte il tempo storico in cui si svolge la vicenda (passato, presente, futuro) dall’altra l’arco temporale in cui svolge (un giorno, un mese, un anno). Inoltre va analizzato il tempo della narrazione, ossia l’incalzare del ritmo di scrittura. Questo può essere lento, se reso più dilatato da descrizioni lunghe e argomentazioni, o veloce se viene utilizzato un linguaggio e uno stile più dinamico.

I temi centrali del testo

Sotto l’intreccio si trova un’idea di fondo. Il libro, che racconta la storia di individui o altri protagonisti di qualsivoglia natura, può essere lo spunto per affrontare tematiche rilevanti di natura politica, storica, ambientale. Un romanzo può anche parlare di economia o di psicologia. Un esempio? La Fattoria degli Animali di Orwell ha come protagonisti alcuni animali da cortile tra i quali si innescano interessanti dinamiche di potere. Un’apparente storiella diventa il pretesto per analizzare le condizioni degli individui sotto pressioni politiche autoritarie.

Già questi aspetti sono sufficienti per inquadrare in modo più preciso il libro. Il commento di un testo letterario completo può abbracciare anche altri aspetti, ad esempio:

  • Luoghi
  • Tecniche narrative
  • Registri e struttura dei periodi
  • Note personali

Indagare le questioni più inerenti alle tecniche narrative è impresa ardua per coloro che non hanno dimestichezza con la letteratura. Insomma se sei studente di un corso di laurea in Ingegneria difficilmente saprai individuare un piano di pensiero oppure una focalizzazione interna del narratore, ma con un buon allenamento di lettura imparerai ad intercettare anche questi elementi.

Quello che proprio non può mancare sono le riflessioni personali. Ultime all’interno dello schema di commento al testo ma non in ordine di importanza. Sono fondamentali, rappresentano un valore aggiunto, il tuo unico e inestimabile contributo.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali